Get a site

Berati


La Regione di Berati si estende nel centro-sud dell’Albania, su una superfice di 1800 km2, diffronte a monte Tomorr che solo soletto si inalza ad un alteza di 2.400m. Composta dal distretto di Berat, Kucova e Skrapar, la regione ha per capoluogo la vecchia citta’ di Berat.

La citta’ UNESCO di BeratBerati Albania

La città si arrampica sulla aguzza collina, ai piedi della qualle scorre il fiume Osumi, mentre la cima e’ racchiusa dentro le vecchie alte mura che costudiscono uno dei piu’ pregiati e unici patrimoni dell’umanità. Il castello di Berat racchiude dentro se una vera piccola cittadina con le stradine pavimentate in pietra, e adobate con vasi di fiori in prossimita’ delle entrate delle tipiche case ottomane. Questo e’ ancora oggi il punto piu’ vivo e attraente della citta’ di Berat. All’intero del castello la vita trascorre armoniosa assimilando il nuovo senza scacciare il vecchio, accogliendo stranieri e viandanti, ma senza perdere l’identita’.

Eretta e popolata in antichità dagli iliri, Berati si ritrova nelle guerre iliro-romache a fine III sec a.c. sotto il nome di Antiparea, dove Tito Livio descrive l’ira dei romani contro la popolazione ilira concretizzata nella l’uccisione di tutti i figli maschi sopra l’età dei sedici anni e la messa a fuoco della città. Prima dell’occupazione romana, Antiparea era una importante città ilira che si estendeva su una superfice di 10.000 m2 recintati da alte e larghe mura costruite con larghi blocchi di pietra retangolari. Le doppie porte della città eranno sorvegliate da lunghe e robuste torri retangolari interconesse da corridoi. Distruta e occupata dai romani, la città intravede uno spiraglio con l’ascesa dell’impero Romano d’Oriente, sotto l’imperatore Giustinanio, che intraprese la ricostruzione delle mura e la sua difesa dalle ripetutte invasioni slave e quelle Ilire. Nella prima metà del XIV secolo le insurrezioni arbereshe riescono a impossessarsi della città dando avvio ad una vita feudale, governata da potenti famiglie locali tra le qualli quella di Muzaka appare la più importante. Con il dominio dei Muzaka furonno rialzate e merletate le vecchie mura della città e dentro di esse, in cima alla collina vennero eretti altre due fortezze a matriosca. La prima fortezza, anche quella più alta e protetta era la residenza del feudo e dalla sua cima era possibile scendere alla riva del fiume seguende i mille gradini scolpiti in pietra. Nella prima metà del ‘400, Berati contava 1500 abitanti che abitavano dentro le mura del castello e altretanti popolavano il quartiere di Varosh che si stendeva al di fuori delle mura e che ha datto vita agli attuali antichi quartieri di Mangalem e Gorica, parte costituente della città museo.

All’interno delle mura trovate le tre vecchie chiese; quella di Costantino ed Elena, Shën Mari Vllaherna, dhe Shën Mëhilli, mentre in diparte la chiesa Shën Triadha. Altretanto qui trovate la Moschea Bianca e quella Rossa, Se trovate i monumenti chiusi non vi scorraggiate, ma informatevi con le persone che trovate sul luogo e vedrete che qualcuno verra’ ad aprirvi questi tesori. Al centro del castello di Berat trovate inoltre il Museo Onufri dove sono custodite numerose icone di inestimabile valore storico-artistico ed infine una piccola meravigliosa taverna che vi offrira deliziosi piatti tradizionali.

Case vacanze Albania XT3                     Sud Albania                     Fuori strada in Albania                     http://viaggiareinalbania.altervista.org/capodanno-in-camper-in-albania/  Case Vacanze                   Trekking & Hiking               Fuori Strada 4X4                  Tour in Camper 

Museo Nazionale Onufri
Il museo Onufri si trova all’interno del castello di Berat, dove le opere del celebre artista del medioevo sono esposte negli ambienti della Catterale di Santa Maria, monumento di culto erretto nel 1797 sulle fondamenta di una preccedente chiesa del X secolo. La ricca collezione di icone lasciata dal maestro è un inestimabile patrimonio artistico.

Museo Etnografico di Berat Nel museo etnografico di Berat sono raccolti oggetti, documenti, costumi e tutto ciò che appartiene alla cultura folcloristica della regione di Berat e quella del sud Albania. Il museo è stato costituito nel 1979 in una caratteristica casa tre secolare situtata in un autentico quartiere medioevale con negozi che vendono prodotti artigianali e suvenire. Nel piano terra della casa sono esposti gli strumenti e gli ogetti usati per la raccolta delle olive e la lavorazione dell’olio. Nel primo piano troviamo invece una stanza con tipico arredamento contadino, un altra in stile cittadino, la cucina, l’archiva, mentre negli ambienti aperti sono esposti altri oggetti originali.

Mangalemi e Gorica sono i due quartieri storici che assieme alla cittadella di Berat costituiscono quella che viene protetta sotto lo statuto di città museo. Il quartiere di Mangalem, chiamata anche la città di mille finestre, pende alle pervide pendici della collina sotto le mura del castello, mentre quello di Gorica la rispechia sulle pendici oposte dall’altra parte del fiume Osumi. I due quartieri sono collegati dal ponte di Gorica e sono costituiti dalle tradizionali abitazioni che incantano con il loro stile e la loro particolare architterura integrata cosi armoniosamente in un ambiente così poco probabile. 

Berati, canyon di OsumiDi straordinaria bellezza, in questa regione, si trovano i canyon del fiume Osumi, sui quali potete fare una bellissima giornata di raffting, e il solitario sacro monte di Tomorr rissalibile con l’auto, ma si raccomanda vivamente che sia 4X4 per poter andare sciolti e’ senza nessuna dificolta. Il monte e percorribile fino in cima, ma la strada in gran parte e’ ancora sbrecciata e riporta numerevoli buchi o dislivelli.

La stazione principale degli autobus si trova lungo la piazza principale di Berat, questo è il punto di arrivo e di partenza per ogni altra destinazione dell’Albania.

Case vacanze Albania XT3                     Sud Albania                     Fuori strada in Albania                     http://viaggiareinalbania.altervista.org/capodanno-in-camper-in-albania/  Case Vacanze                   Trekking & Hiking               Fuori Strada 4X4                  Tour in Camper