Get a site

Fuori Strada Albania / Centro-Nord 4X4


Fuori strada Albania1° Giorno

Arrivo la mattina al porto di Durazzo dove ci incontreremo con la guida di viaggio. Dopo il disbrigo delle pratiche doganali e la stipulazione della polizza viaggio per chi non avesse Albania integrato nella carta verde, partiremo verso Scutari. Seguendo la costa ci faremo strada tra spiagge e lagune, riserve e parchi naturali. Una volta a Scutari e sistemati in albergo, ci avviamo in centro per un breve visita e la cena presso il ristorante.

2° Giorno

La mattina lasceremo la città di Scuttari alla volta del Parco Nazionale di Thethi. Seguiremo i tracciati fuori strada paralleli alla strada stale, recentemente asfaltata, per ricongiugersi con quest’ultima nei pressi del paese di Boge.  Da Boge proseguiremo fino a Thethi seguendo l’unica strada che ci guiderà attraverso le alte cime delle montagne ricoperte di densi boschi di Rovere. Raggiungeremo la valle di Thethi i piccoli borghi a metà pomeriggio e una volta sistemati nella guesthause, ci avvieremo alla espolorazione dell’area. Visiteremo le cascate e i canyon di Thethi, i piccoli borghi sparsi sulla valle e la “Torre della vendeta” che ci darà modo di parlare e conoscere sul Codice Kanun, che ha regolato la vita del nord Albania perfino durante gli anni del comunismo. La cena sarà servita presso la guesthause e consisterà in cucina casereccia tipica della zona.

3° Giorno

Scendermo dalla vale di Thethi seguendo il percorso del fiume Kir, che ci incanterrà con i suoi canyon e i sui pozzi azzurri. Una spettacolare giornata accompagnata dal potente gorgoglio dell’acqua e dalle sue bizzarre formazioni. Devieremo di poco per visitare l’Occhio Blu di Nderlysa, un monumento natyrale. La ntura sarà l’incontestabile protagonista della giornata, ma non mancherano vecchi i piccoli borghi, le moschee e ponti. Una volta arrivati nei pressi di Scuttari accosteremo il bacino idirco Vau i Dejes che raccoglie le acque del fiume Drini. Da qui proseguendo il nostro percorso 4X4 raggiungeremo la cittadina di Lezha. Una volta sistemati nell’albergo, tempo permettendo saliremo sulla fortezza di Lezha, punto chiave questa della Reppublica di Venezia, che oggi custodisce la tomba dell’eroe nazionale dell’Albania, Skenderbeg.

4° Giorno

Questa sarà un altra giornata segnata sempre da cime tempestose, ma questa volta la desitnazione finale il Parco della valle di Valbona, che raggiungeremo la vecchia strada che conetteva la costa Adriatica con il cuore delle Alpi dell’Albania. Uno spettacolare parco, dove le cime argentate e ricordano quelle dei Dolomiti. Accosteremo e attraversermo prima di raggiungere la cittadina di Bajram Curri, il fiordo di fiume Drino da dove avremo modo di osservare anche l’impressionate diga dell’idrocentrale più grande paese, quello di Fierza. Una volta sulla valle di Valbona ci sistemeremo nell’albergo e procederemo con l’esplorazione dell’area.

 5° Giorno

Sarà dificile lasciare questa valle incantata, ma la strada ci chiama. Ritorneremo nella città di Bajram Curri, per procedere verso est in direzione di Kukes. Accosteremo anche oggi la riva oposta dei fiordi di Drino per poi attraversare a Kukes il lago di Fierza. Una volta a Kukes scendermo a sud lungo il fiume Drini nero per raggiungre il parco nazionale di Lura, rinomato per i suoi laghi glaciali, specchi d’acqua profondi, contornati da fiori e ricchi di ninfee. Pernotteremo in albergo all’interno del parco.

 6° Giorno

Dal parco di Lura raggiungeremo la città di Burel, da dove proseguiremo a sud lungo il fiume Mat, dove spettacolari e vertiginosi canyon ci accompagnerano lungo la strada. Una volta a Klos ci dirigiamo a est, direzione Bulqiza per attaraversare le montagne di Martaneshi che custodiscono una delle più grandi riserve di Cromo in Europa. Passate le miniere di cromo ci inoltreremo all’interno del blocco delle montagne che stanno a ridosso di Tirana e da dove prende vita il fiume Erzen. Attraverseremo i folti boschi, ricchi di sorgenti d’acqua prima di sbuccare sul monte Dajti. Una volta scesi dal monte raggiungeremo in città l’albergo e dopo essersi sitemati ci avvieremo per la cena, approfitando per dare una prima occhiatta al centro della capitale.

7° Giorno

Dopo aver visitato il centro della Capitale, la piazza Skenderbeg contornata dai palazzi dei ministeri, il municipio, la catedrale ortodossa e la moschea di Et’hem Beu, passeremo al mercato ortofruticolo prima di riprendere la strada. Prima di uscire del tutto da Tirana faremo una breve sosta per visitare la più nuova e bizzara esposita, quella id BunkerArt, allestita all’interno del bunker antiatomico, un rifuggio a prova di bomba atomica destinato ai capi del partito comunista. Una volta lasciato dietro la follia paranoica dell’ex classe politica albanese ci inoltriamo verso la città di Kruja passando sulle rive del lago artificiale di Bovilla, il deposito all’aria aperta e il cuore del sistema dell’acuqedotto di Tirana. Guideremo sulla cresta est del monte Kruja per sbuccare prorpio sopra la storica città, realmente la prima assoluta capitale d’Albania. Una volta qui visiteremo la fortezza e il museo di Skenderbeg e l’antico e pittoresco mercato d’antiquariato. Scenderemo poi da Kruja per raggiungere la città di Durazzo percorrendo la vecchia strada che collegava Tirana con Durrazzo. Una volta a Durrazzo, in attesa della partenza, ne aprofiteremo per un breve visita della città, un ultimo spuntino albanese e poi saluteremo la nostra guida e ci imbarcheremo per Italia.

Case vacanze Albania XT3                 Sud Albania                Fuori strada in Albania               http://viaggiareinalbania.altervista.org/capodanno-in-camper-in-albania/  Case Vacanze               Trekking & Hiking            Fuori Strada 4X4            Tour in Camper